Skip Ribbon Commands
Skip to main content
 

 WP_News_Dettaglio_Purple

 
Torna alle news

Sirti sceglie i veicoli green di FIAT

10/12/2013

La mobilità sostenibile: Sirti “eco rinnova” il proprio parco macchine attraverso un accordo con Fiat

Per la seconda volta consecutiva il marchio Fiat Professional è stato nominato “Produttore di LCV dell'anno" ai GreenFleet Awards 2013 nel corso di una cerimonia che si è svolta all'Emirates Stadium di Londra. Il prestigioso titolo riconosce gli sforzi compiuti dai produttori per ridurre le emissioni di CO2 e migliorare l'economia dei consumi nel settore dei veicoli commerciali leggeri (LCV).
Questi sono alcuni dei motivi che hanno portato la Sirti, società di tecnologia leader in Italia nella progettazione, realizzazione, integrazione e manutenzione di infrastrutture di rete e sistemi nei settori telecomunicazioni, ICT, trasporti, energia e sistemi speciali; a scegliere il Gruppo Fiat nel rinnovare il suo parco macchine.
La fornitura, come dimostra l’attuale flotta di Sirti composta di circa 2300 veicoli, la quasi totalità dei quali del gruppo Fiat, è frutto di un accordo siglato quest’anno tra Sirti e Corporate Fleet Solutions - FGA che consolida una partnership basata sulla condivisione di valori importanti come l’ecologia e la qualità. Basti pensare che circa il 30% del rinnovo di oltre 500 veicoli è costituito da versioni Natural Power (a doppia alimentazione benzina-metano). Tra questi veicoli spiccano il Fiat Doblò Natural Power 1.4 Tjet 120Cv e la nuova Panda Van equipaggiata con il 0.9 TwinAir Turbo 80Cv a metano.
 
Questi veicoli "green" sono messi a disposizione delle squadre operative che operano nelle aree ZTL delle città italiane senza emissione di gas di scarico nocivi. Scelta operata in linea con i valori aziendali di attenzione alle tematiche ambientali.
Fiat, pioniere da oltre 15 anni di questa tecnologia, è oggi leader europeo nel campo delle vetture di primo impianto a metano; la cui propulsione è attualmente la scelta tecnologica più appropriata per contribuire a limitare l’inquinamento delle aree urbane, oltre a essere molto vantaggiosa garantendo costi chilometrici estremamente contenuti.