Skip Ribbon Commands
Skip to main content
 

 WP_News_Dettaglio_Purple

 
Torna alle news

Misure fiscali positive per l'automotive aziendali

28/1/2016

Una boccata d'ossigeno al comparto della mobilità aziendale è arrivata con l'approvazione della c.d. Legge di stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208, art. 1, comma 92 e ss.) che ha introdotto un regime fiscale premiale per i veicoli aziendali acquistati a partire dal 15 ottobre 2015 e fino al 1 dicembre 2016.

Il Legislatore ha infatti previsto la maggiorazione del 40 per cento dei limiti rilevanti per la deduzione delle quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria dei veicoli aziendali ex art. 164, comma 1, lettera b), D.P.R. n. 917/86.

La novella per come è scritta potrebbe rivelarsi foriera di diverse interpretazioni con differenti effetti per aziende e professionisti.

Il riferimento ondivago al “limite” infatti potrebbe essere applicato, in base alla diversa lettura della norma, sia alla percentuale di deducibilità fino ad oggi del 20% (aumentando fino al 60%), sia al limite di costo fiscalmente riconosciuto, ad oggi pari ad euro 18.075,99 (aumentando fino ad euro 25.306,38) sia in taluni casi ad entrambe in maniera congiunta. Si ritiene coerente con la logica dell'agevolazione la seconda tesi che aumento il costo fiscalmente riconosciuto portandolo ad euro 25.306,38 al quale verrà poi applicata la percentuale di deducibilità del 20 per cento.

Il beneficio fiscale non produce effetti sui valori attualmente stabiliti per l'elaborazione e il calcolo degli studi di settore.